Home >
  • News

News


RISCHIO IDROGEOLOGICO, CIRCA UN MILIONE PER UN INTERVENTO A BOTRICELLO



RISCHIO IDROGEOLOGICO, CIRCA UN MILIONE PER UN INTERVENTO A BOTRICELLO

Lo comunica il presidente Spirlì in qualità di commissario straordinario

Presidenza - Catanzaro, 18/08/2021

Il presidente Spirlž

Il presidente della Regione, Nino Spirlì, in qualità di commissario straordinario per la Mitigazione del rischio idrogeologico in Calabria, comunica che oggi sono stati autorizzati, con apposito decreto a firma del soggetto attuatore, Pasquale Gidaro, il progetto esecutivo dell’intervento e l’avvio delle procedure di gara da parte del Comune di Botricello (Catanzaro).

L’INTERVENTO

L’intervento, per un importo di 986.854,93 euro, è stato finanziato a valere sulle risorse stanziate dal Patto per lo sviluppo della Regione Calabria (delibera Cipe n.26/2016 “Fsc 2014-2020: Piano per il Mezzogiorno” - Dgr 355/2017- Dgr 3/2018); le opere in progetto sono finalizzate ad obiettivi di sistemazione idrogeologica del territorio comunale di Botricello.

Nello specifico si tratta di interventi di mitigazione del rischio frana, localizzati in Botricello Soprano, che consistono nella costruzione di due paratie, di cui una tirantata con sviluppo complessivo di 59 m, realizzata mediante paratia di pali profondi 16 m, realizzazione di un sistema di dreni suborizzontali, regimentazione delle acque di ruscellamento tramite modellazione superficiale e convogliamento delle stesse nel fosso naturale attraverso un canale semicircolare in lamiera ondulata tipo Armco.

Si prevede, altresì, la sistemazione complessiva dell’area con la demolizione e rifacimento di opere danneggiate (vecchio muro di sostegno in calcestruzzo e pavimentazione stradale dissestata), al fine di ripristinare le pendenze e garantire la raccolta delle acque superficiali e il loro successivo convogliamento nel ricettore finale e il rifacimento del piano viabile, con annessa cunetta e marciapiede, consente il corretto convogliamento delle acque di piattaforma.

A completamento dell’intervento sono previste la pulitura e la protezione dall’erosione con gabbioni degli argini del canale di scolo naturale.